mercoledì 28 marzo 2012

Il bicchiere mezzo pieno


Facendo un bilancio della mia partecipazione ai campionati italiani di MMA Elite FIKBMS posso riassumere in due punti ciò che mi è rimasto di questa esperienza.
Primo. Gli errori commessi, non esiste una sconfitta senza errori, dopo aver fatto una lista dei miei il primo pensiero è stato stranamente sereno e mi sono detto: "un giorno benedirai questa sconfitta, sono errori che ne tu, ne chi combatterà sotto la tua guida, commetterà mai più", una serenità data dall'avere ben chiaro il mio obbiettivo che è quello di essere un allenatore capace e non un atleta vincente, perchè purtroppo sono arrivato troppo tardi a questo meraviglioso sport e l'anagrafe non mi permette di poter puntare ad entrambi i traguardi.
Secondo. Le MMA sono fatte di episodi, un episodio può cambiare radicalmente l'andamento di un incontro, è il bello di questo sport, non va mai dimenticato e soprattutto va accettato, unendolo al punto precedente si ottiene quello che secondo me è il cardine per la crescita di ogni agonista di mixed martial arts.
Non significa che non esiste rammarico per come sono andate le cose, sia chiaro, il titolo era a portata di mano e spiace averlo mancato, ma ancor più dispiace di non essere arrivato fino in fondo alle due riprese, non perchè consideri una sconfitta per sottomissione disonorevole, ma perchè avevo davanti un avversario capace con il quale ho scambiato bene sia di colpi che nella fase di lotta, e sono sicuro che se avessi avuto la possibilità di lottare con lui per tutti e dieci i minuti dell'incontro, al di là del vincere o perdere, mi sarei divertito un casino.