mercoledì 9 novembre 2011

IL BATTESIMO DELLA GABBIA

Entri e la trovi lì ad aspettarti, una quarantina di metri quadrati chiusi all'interno di una struttura ottagonale di ferro e rete metallica, ti fermi a guardarla e pensi che non è poi così strano che le sensazioni che provi siano le stesse di un primo appuntamento tanto desiderato, la tensione e l'eccitazione si mischiano, la voglia di entrare è troppa, varcata la soglia la prospettiva cambia, lo spazio che hai attorno è poco meno dell'abitazione in cui vivi ma sai già che dopo che l'arbitro avrà detto "FIGHT" questo spazio diventerà molto molto piccolo.
La giornata è ormai una liturgia che si rinnova puntualmente, attesa, peso, attesa, briefing, attesa, attesa, attesa...
le gare di contorno spezzano il ritmo della giornata, le facce amiche che spuntano di tanto in tanto sono l'occasione per ricordare un po' di passato e pensare un po' meno all'imminente futuro, tutto questo permette di sentire meno la tensione che cresce con l'avvicinarsi del momento di incrociare i guantini, perchè anche uno come GSP prima di salire sente quel nodo nello stomaco che anche solo per un attimo ti fa' pensare :"e se stasera va male?", poi fortunatamente un fattore interviene a portare la tua attenzione su altre cose, ognuno ha il suo, il mio a rimarcare ulteriormente l'origine animale dell'uomo se la prende con la vescica, vado al bagno ogni 5 minuti, manco dovessi segnare il territorio come fanno i cani.
I giudici chiamano i primi due atleti della kick-jitsu, lo SHOOT FIGHTING CHAMPIONSHIP ha finalmente inizio, io sono al quarto incontro, Daniel, l'organizzatore, ha provato in tutti i modi a darmi il match di MMA che volevo, ma l'influenza sabato sera ha avuto la meglio sul mio avversario designato, e lui mi ha prontamente trovato un match di Shoot Boxe per non lasciarmi a piedi, cambiano le regole ma non la voglia di lottare, l'impertivo era:"entro e scateno una guerra" e questo rimane.
Arriva la chiamata, entro, chiudo il paradenti in bocca, apro le orecchie, alzo la guardia.


Tiziano Alquati @ Shoot Fighting Championship

Marco Longo e Andrea Milano @ Shoot Fighting Championship
Ce ne torniamo a casa con una vittoria ed una sconfitta, sappiamo dove abbiamo sbagliato e su cosa lavorare nei prossimi mesi, la gabbia ci attende, il 5 febbraio a Bergamo per SFC 1.